Sicurezza : Gmail fregato dagli spammer

Gmail
Il modulo Captcha è stato bypassato nuovamente dagli spammer. Serviva a protezione del servizio di posta di Google, facendo comparire la sequenza di numeri da ripetere per potersi registrare.

Captcha rappresenta un sistema in grado di riconoscere se l’utente è umano oppure è un bot (ovvero un computer che effettua delle operazioni in modo automatico). Questo tipo di protezione che difendeva Gmail dagli spammer è stata superata.

WebSense segnala che ora i bot sono in grado di registrarsi sui servizi di Google con una percentuale di successo del 20%: un tentativo su cinque.

L’accesso a Gmail rappresenta un appetitoso obiettivo per gli spammer. Infatti, se riescono ad utilizzare i server di Google, non correranno il rischio che aziende o utenti privati inseriscano in qualche blacklist i domini del motore di ricerca; così potranno inviare valanghe di spam con la certezza che arriveranno a destinazione.

La Russia è il Paese da cui sono partiti gli attacchi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...